Meka art garage la sfida artistica.

In Italia si tagliano fondi all’arte, si chiudono enti teatrali, gli artisti sono ridotti alla fame…

Meka arredamenti stupisce e crea un contenitore artistico: Meka art garage.

L’imprenditoria decide di investire nell’arte… perlustra nuovi orizzonti… non rimane intrappolata nel sistema razionale del Marketing e dona risorse per evidenziare possibilità che si allontanano dall’esclusivo commercio.

L’incontro tra Frida.artes e Meka art garage rende possibile un percorso, dove il manager si avvicina alla creatività.

La sperimentazione artistica entra nell’altro quid attraverso un contributo anche di visibilità altrimenti impossibile.

Mimmo Pizzorusso è da sempre incline alla rinnovata sensibilità del terzo millennio; tra le altre sue operazioni interessanti vi sono: una sua straordinaria apertura all’ecologia, tema di assoluta contemporaneità, con – l’iniziativa verde – e in totale sincronia con l’odierno esistere comune, la sponsorizzazione ufficiale del – flah mob solo Napoli -.

Ecco l’uomo imprenditore nuovo e attento alla realtà odierna che ha fame di impulsi.

Ecco l’uomo imprenditore nuovo e attento alla realtà odierna che ha fame di impulsi.

Tra i settori che cercano appoggi esterni c’è quello oramai, non più solo giovanile, della professione artistica: scrittori, attori, registi, disegnatori, fotografi, musicisti…che sperano in un “Sì, facciamolo!!!”

Offrire all’arte spazio è un gesto di grande impegno social-culturale.

Offrire all’arte appoggio anche morale è un segno di grande civiltà.

Offrire all’arte visibilità è una possibilità regalata senza paura.

C’è un grande bisogno di sperimentare, inventare strategie comunicative che vanno al di fuori del convenzionale e c’è richiesta di piccoli e grandi gesti che mostrino con coraggio che si può cambiare senza tante storie e senza troppi perchè…

E allora una stretta di mani anche con Fulvia Vellusi che crede possibile interagire ed intessere un ulteriore dialogo ed insiste nell’unire le idee anche se sono apparentemente lontane.

Il rischio?

L’immagine da preservare?

Oggi, immagine non è solo vestirsi, tirarsi e gonfiarsi, apparire meglio e più velocemente dell’altro, non è solamente creare un prodotto che abbia un impatto emotivo di immediato e sicuro ritorno patrimoniale.

Il pubblico è esteriormente assoggettato ad un sistema: mordi quello che ti butto in faccia, sorridi, vieni e fuggi.

Immagine ora è credere, è sperimentare.

Immagine è immaginare, sognare, è coltivare un orto anche se le risorse d’acqua scarseggiano.

Essere o avere?

Oggi INVESTIRE anche nell’impossibile, incontrare l’altro, colui… coloro anche quelle cose che hanno bisogno di un sostegno, pensare che LA CRISI DELL’UOMO si supera credendo e cercando insieme orizzonti molto più alti di quelli sino ad ora conosciuti.

Meka art garage è l’inizio di un percorso, l’offerta di uno spazio, la creazione di visibilità per coloro che sperano di accedere a luoghi che ahimè sono già stati destinati a discariche mentali.

di

Andrea Alessio Cavarretta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...