Marco Lorito, Federica Flavoni, Emanuele Torti, Cristiano Fani, Massimiliano Bartesaghi, Flavio Carnevale

KIROREVOLUTION COLLETTIVA FOTOGRAFICA RIVOLUZIONANDO 

Federica Flavoni

Staff di frida.artes

https://fridaartes.wordpress.com/

Marco Lorito

Reflexus

Il progetto Reflexus nasce nel settembre 2010 con l’idea di raccontare la città di Roma attraverso i riflessi delle cosiddette “pozzanghere” d’acqua piovana. Specchi d’acqua, fontane e pozzanghere vengono usate come riproduttori di una realtà eterea e ondulata. Puntando il “fondo dell’occhio” di uno di questi specchi d’acqua, viene alla luce un mondo capovolto, una quarta dimensione virtuale “ante litteram”, che c’è sempre stata e che in ogni momento scompare o riappare a seconda se un osservatore le da vita semplicemente…osservandola.

http://www.marcolorito.it/


Emanuele Torti

Emanuele è nato a Roma nel 1980. Intraprende la sua formazione con gli studi in lettere moderne ma non abbandona la ricerca sulle arti visive. Si laurea e sceglie la fotografia come unico strumento della sua espressione.
Tra il 2007 e il 2010 è a Londra e poi a Tel Aviv. Qui conosce Amit Israeli, entra nel suo studio e partecipa a diversi editoriali di moda, ma agli scatti in studio preferisce la strada. Approda al medio formato e acquisisce nuova consapevolezza nel progetto fotografico.
Torna in Italia nell’estate del 2010. Incontra il fotografo Marco Delogu con il quale collabora fino ad aprile 2011. Presso lo studio Delogu assiste alle attività curatoriali di importanti appuntamenti del panorama fotografico internazionale come il FotoGrafia festival presso il MACRO di Roma e il PHC Capalbio Festival.
Ha intrapreso un nuovo progetto sui volti di Napoli insieme alla curatrice Ornella Vaiani.

http://www.emanueletorti.it/

Cristiano Fani

Ho sempre amato andare al di là delle apparenze. Scavare nelle emozioni.

Mi sono perso e ritrovato nelle canzoni, nelle poesie, ma niente come la fotografia mi ha permesso di esprimermi così intensamente.

Ritengo sia, tra tutte le forme d’arte, quella che meglio riesce a raccontare la realtà con una propria, personalissima, chiave di lettura.

Un segno del tempo, un volto, un colore non avranno mai lo stesso sapore in altro istante, da un altro occhio, con un altro stato d’animo.

Cosa amo della fotografia? Quell’attimo così fragile, fuggente, vibrante..seguito da un sospiro d’eternità.

Cristiano Fani, classe 1976, Conegliano Veneto.

Massimiliano Bartesaghi 

(Roma 1964) Alla ricerca di combinazioni di linee, di forme, di accostamenti di
colori, a volte di tutto questo insieme. Alla ricerca di inquadrature
che possano offrire un punto di vista un po’ alternativo al nostro
guardare “ortogonale”

Flavio Carnevale

Sono nato a Roma il 10 dicembre 1974.
In un vecchio album di famiglia c’è una foto che mi ritrae mentre gioco in balcone con una macchina fotografica: sotto leggo la scritta 1976. Sarebbe stato un ottimo inizio… ma “chissà perché” ho intrapreso il lungo cammino verso la laurea in ingegneria civile idraulica. Ho continuato a giocare con la fotografia, seppur in modo discontinuo, fino a 20 anni, imparando regole base, composizione, esposizione, tiraggio di pellicole, filtraggi, camera oscura, viraggi.
Stampavo di notte in camera da letto, costringendo mio fratello a dormire in quella stanza satura di acidi e la mia famiglia ad attendere che si asciugassero le mie stampe per poter usare la doccia.
Ho imparato negli ultimi 15 anni a scattare rapidamente, preparando a memoria il diaframma ed approssimando il fuoco prima di portare la macchina fotografica agli occhi. Distraevo mia moglie con una scusa banale e… scattavo i miei paesaggi di nascosto, velocemente, in modo sempre più “indolore”.
Dai paesaggi inanimati sono passato ad osservare le persone, a studiarle, letteralmente, cercando di catturarne le espressioni. Ritratti, finalmente. Anche i miei paesaggi allora hanno iniziato a raccontare storie di persone.

Attualmente mi occupo di reportage, ritrattistica, corsi di fotografia e collaboro per alcune pubblicazioni curando testo ed immagini.
Molte delle mie immagini hanno vinto concorsi nazionali ed internazionali.

Un cammino così lungo mi ha permesso di scattare a modo mio, sperimentando e cercando il mio stile senza vincoli commerciali.
Non posso negarlo, l’ossessione per la fotografia mi ha creato diversi problemi nelle relazioni… e qualche volta mi ha esposto a dei rischi… ma mi ha anche salvato e tenuto sulla terra quando stavo per perdermi di fronte agli ostacoli della vita.
La mia foto migliore… è quella che devo ancora scattare.

http://flaviocarnevale.altervista.org/photoblog/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...